Preview Playoff Sky Bet Championship 2015/16

46 partite giocate, tanti colpi di scena, tante sorprese, Burnley e Middlesbrough promosse nel paradiso della Premier League, mentre MK Dons, Charlton e Bolton sono cadute nell'inferno della League One per almeno una stagione. Sembra tutto finito e lasciato agli archivi, ma la Championship ha ancora un capitolo da scrivere prima di completare il proprio libro, il capitolo dei playoff, da sempre un qualcosa di temuto da tutti i tifosi per l'incertezza che essi danno. Ci saranno lacrime, ci saranno guerre, ma alla fine ci sarà dello champagne a Wembley e allora chi tra Brighton, Hull, Derby e Sheffield Wednseday sorseggerà calici di champagne e chi invece potrà solo assaporare le proprie lacrime? Tentiamo di scoprirlo analizzando i pro e i contro delle quattro squadre che lotteranno per un posto in Premier League.



BRIGHTON & HOVE ALBION

A mani bassissime la sorpresa della stagione: il Brighton, infatti, era partito con le intenzioni di fare un campionato che fosse di base per tentare l'assalto alla Premier League nei prossimi anni e invece, le Seagulls si sono ritrovate a lottare per la promozione diretta sino all'ultima giornata, mancando il secondo posto solamente a causa della crudele regola della differenza reti (+30 contro il +32 del Boro). Ora con un vantaggio di ben 14 punti sullo Sheffield Wednesday sesto e primo avversario, le Seagulls entrano nei playoff con i favori del pronostico, ma la promozione mancata all'ultima giornata potrebbe essere un colpo psicologico troppo pesante per i ragazzi di Chris Hughton.

+ FORMA: Come scritto appena sopra, il Brighton arriva con una forma invidiabile ai playoff, infatti le Seagulls hanno lottato sino alla fine per la promozione in Premier League arrivando a pari punti con il Boro e a soli quattro punti dal Burnley campione.
Dietro il Brighton, un deserto vero e proprio: l'Hull quarto si trova a sei punti, il Derby a undici e lo Sheffield Wednesday addirittura a quattordici, distanze siderali rispetto alle Seagulls

+ ENTUSIASMO: Una stagione imprevedibile pure per i più ottimisti ha portato i tifosi del Brighton a credere nella promozione in Premier League, dove l'Albion non ha mai messo piede. Nonostante la delusione della promozione mancata, l'entusiasmo dei tifosi (seconda media di presenze in casa nella Championship) potrebbe trascinare il club alla vittoria e al debutto in Premier League...

- PSICOLOGIA: ... D'altro canto, chi perde la promozione in Premier all'ultima giornata e con molta sfortuna è solito sentire il colpo psicologico durante i playoff. È successo lo scorso anno al Middlesbrough sconfitto dal Norwich a Wembley e nel 2013 al Watford che a Wembley è caduto per mano del Crystal Palace. Il Brighton potrebbe subire la stessa sorte.

- NO STEPHENS: Quando si guarda alla stagione del Brighton si pensa subito alla mediana composta da Dale Stephens e Beram Kayal, uno dei punti di spicco della stagione del Brighton. Quindi pensate quanto possa colpire la squadra l'assenza di Dale Stephens, padrone del centrocampo biancoblu. Infatti, Stephens è stato espulso durante la partita di Sabato col Boro e dovrà scontare tre giornate di squalifica che gli faranno perdere andata e ritorno della semifinale con lo Sheffield Wednseday e l'eventuale finale di Wembley. Oltre al danno, pure la beffa...


HULL CITY

L'Hull ha una squadra che in Premier League non sfigurerebbe, d'altronde l'ossatura della squadra è rimasta quella dello scorso anno, nè più, nè meno, quindi è abbastanza sorprendente vedere i Tigers nei playoff e non con un biglietto diretto verso la Premier League. La squadra dello Yorkshire infatti è rimasta in lotta per i due posti per la promozione per la maggior parte della stagione prima di subire un calo improvviso che li ha portati ad accontentarsi del quarto posto e di un piazzamento ai playoff. Con la rosa più forte tra le quattro pretendenti, l'Hull spera di poter tornare immediatamente in Premier senza passare un altro anno di purgatorio in Championship.

+ ROSA: L'Hull ha una rosa che potrebbe dare filo da torcere persino ad alcune squadre in Premier League e possiede il giusto mix per arrivare al successo: dietro vi è l'esperienza di Dawson e Davies, sulle fasce ci sono due ottimi giocatori come Snodgrass ed Elmohamady, mentre in attacco c'è una scheggia impazzita come Abel Hernandez, noto per dare sempre il massimo nelle categorie minori.

+ SNODGRASS: Tornato dopo più di un anno ai box a causa di un grave infortunio alla rotula patito durante la prima partita di Premier League dello scorso anno,
Robert Snodgrass ha fatto da subito sentire il suo peso in campo guidando l'Hull nella lotta alla promozione diretta sino a quando l'intera squadra non è definitivamente calata.

- BIG MATCHES: Nonostante una rosa che avrebbe dovuto ammazzare le rivali alla promozione, nel corso del campionato, l'Hull non ha mai battuto le tre rivali dei playoff. Infatti, il ruolino di marcia dei Tigers contro le tre avversarie ai playoff è di zero vittorie, tre pareggi e tre sconfitte con un solo gol fatto e ben otto reti subite, di cui sei dal Derby primo rivale ai playoff del City...

- FORMA: L'Hull si è messo in mostra per una forma discontinua ed altalenante durante tutta la stagione, soprattutto il mese di Febbraio è stato decisivo nella mancata promozione diretta. I cali improvvisi potrebbero colpire nuovamente la squadra di Steve Bruce che però non potrà avere più chance di riparare agli errori.


DERBY COUNTY

La squadra era stata fatta chiaramente per arrivare in Premier dalla porta principale senza grosse difficoltà e invece un inizio disastroso (quattro pareggi e una sconfitta nelle prime cinque giornate) hanno costretto il Derby a partire con un netto svantaggio e nonostante una grande ripresa, un nuovo calo tra Dicembre e Febbraio (che ha portato pure all'esonero di Paul Clement e all'arrivo di Darren Wassall, già traghettatore del Derby nel 2013) ha costretto il Derby ad arrivare ai playoff, ma senza grande ottimismo.

+ AMBIZIONE: Giocatori come Russell, Hughes, Martin e Ince sono nella fase migliore della loro carriera e l'idea di poter dimostrare il loro valore in Premier League potrebbe essere tutto ciò che serve per spingere i Rams verso il ritorno in Premier League.
Inoltre, si sa che l'ambizione della gente di Derby potrebbe dare una spinta in più ai giocatori in vista di un impegno che sembra un po' fuori portata al club per la loro situazione.

+ REALIZZAZIONE: Il Derby non si è basato solo sugli attaccanti per segnare durante la stagione, infatti, nella classifica marcatori del Derby, dopo il capocannoniere Martin, il centrocampista Ince e l'esterno Russell si trovano rispettivamente a secondo e terzo posto nella classifica. Dopo di loro c'è Butterfield, un altro centrocampista e dopo ancora Bradley Johnson, ancora un centrocampista. La capacità di segnare dei calciatori del Derby potrebbe sopperire a una giornata no in attacco e portare alla vittoria.

- ALLENATORE: A Febbraio, il Derby ha deciso di esonerare Paul Clement per affidare la panchina a Darren Wassall, affidandogli la panchina della prima squadra sino al termine della stagione. Un cambio che non ha portato a grandissimi risultati, quindi può un traghettatore portare il Derby, sicuramente non la favorita numero uno, alla Premier? Improbabile.

- PLAYOFF: Il Derby si ritrova alla sesta partecipazione ai playoff di Championship in undici anni, cosa che ha reso i Rams il club con più partecipazioni ai playoff nella storia della Championship. Nonostante tutte queste partecipazioni, il Derby è riuscito a vincere i playoff solamente nel 2007 dove batterono il West Bromwich Albion per 1-0 nella finale di Wembley. In più, l'ultima partecipazione del Derby County ai playoff risale al 2014 dove i Rams persero al 90' contro il QPR, un ricordo non del tutto cancellato da tifosi e giocatori.


SHEFFIELD WEDNESDAY

Dopo una nuova rivoluzione nella rosa (rito annuale ormai ad Hillsborough), lo Sheffield Wednesday è riuscito finalmente a raggiungere i playoff, anche se come ultima ruota del carro e con un largo distacco rispetto al Brighton che gli Owls affronteranno in semifinale. Tuttavia, i tifosi del Wednesday sperano di sorprendere il Brighton approfittando della delusione subita questo Sabato per poi arrivare a Wembley e giocarsela in una partita dove i valori in campo possono essere annullati e la voglia di vincere potrebbe essere l'unica cosa necessaria per vincere.

+ FORESTIERI-HOOPER: Potremmo definirla la coppia degli esclusi visto che quest'estate Forestieri è stato messo alla porta dal Watford, mentre Hooper si è ritrovato a marcire in panchina al Norwich prima di essere ceduto in prestito e poi venduto definitivamente allo Sheffield Wednesday. i due "esclusi" hanno formato una partnership d'attacco devastante che ha deciso la maggior parte delle partite degli Owls in questa stagione con i loro 28 gol. Sicuramente questi due saranno la principale minaccia da tenere sott'occhio.

+ PLAYOFF: Le statistiche non mentono: ogni volta che lo Sheffield Wednesday si è trovato ai playoff, alla fine, ha sempre vinto. Infatti, dopo la creazione di Championship, League One e League Two nel 2004/05, tutte le volte che il Wednesday si è trovato ai playoff, ha sempre vinto. Con una percentuale del 100%, di successo, gli Owls sembrano pronti ad affrontare i playoff.

- IMPREDIVIBILITÀ: Se giocate schedine, vi consiglio di non giocarvi mai lo Sheffield Wednesday. Infatti, il Wednesday è la classica squadra che in una settimana è in grado prima di battere 3-0 il Barcelona per poi prendere quattro gol in casa dalla Cremonese di turno. Il rischio di vedere la cattiva faccia dello Sheffield Wednesday, soprattutto con la pressione e con avversari di livello, è alta.

- FORMA: Nell'ultimo mese, gli Owls hanno vinto l'unica partita che dovevano vincere, ossia la partita col Cardiff che ha garantito il posto ai playoff ai danni proprio dei gallesi. Escludendo quell'incontro, lo Sheffield ha collezionato tre pareggi e due sconfitte, sicuramente non la miglior forma per sperare di ribaltare i pronostici.



Ed eccoci arrivati alla fine di questa preview dei playoff della Sky Bet Championship che vi consiglio vivamente di seguire in quanto queste partite dei playoff offrono sempre l'imprevidibilità e i colpi di scena che ci hanno portato ad amare il calcio. Se volete seguire i playoff, ecco il programma delle semifinali e della finale

13/05 | 19.45: Sheffield Wednesday - Brighton & Hove Albion
14/05 | 12.30: Derby County - Hull City

16/05 | 19.45: Brighton & Hove Albion - Sheffield Wednesday
17/05 | 19.45: Hull City - Derby County

28/05 | 17.00: Brighton & Hove Albion/Sheffield Wednesday - Hull City/Derby County

Commenti

Post più popolari