#PremierShowIT | Preview Premier League 2015/16

Per la gioia di tutti gli appassionati del grande calcio inglese torna la Premier League.
Tutto si è concluso a Maggio con il Chelsea di Hazard e Mourinho che sollevava il trofeo dopo una cavalcata trionfale davanti alle due di Manchester e ai rivali dell'Arsenal mentre hanno abbandonato la massima divisione QPR, Burnley e Hull City.
Tutto ciò fa però parte del passato, sabato si ricomincia, quindi analizziamo la situazione delle squadre ai blocchi di partenza di questa stagione.





ARSENAL

SQUADRA: I ragazzi di Arsène Wenger vengono da un incoraggiante terzo posto nell'ultima stagione e dalla riconferma dei titoli di FA Cup e Community Shield.
Con l'arrivo di Cech i Gunners si assicurano un portiere di grande esperienza e qualità, l'ex-Chelsea è però finora l'unico acquisto voluto dal manager che riconferma in blocco il gruppo della passata stagione puntando sulle due sorprese Coquelin e Bellerin che anche nel Community Shield hanno dimostrato il loro valore, contribuendo alla solidità di un reparto difensivo che non ha mai convinto fino in fondo tifosi ed esperti. Ora però i Gunners devono compiere un salto di qualità e cercare di dire la loro nella lotta per il titolo.

KEY PLAYER: Alexis Sanchez - Il rapido e tecnico esterno cileno ha dimostrato il suo valore già nella sua prima stagione in Premier mettendo a segno ben 15 gol e incidendo molto nelle prestazioni della squadra.

PIAZZAMENTO: Come l'anno scorso, l'Arsenal ha sulla carta i mezzi per mettersi tra Chelsea e Manchester City nella lotta per il titolo, salvo poi perdere terreno per via degli infortuni, forse questa potrebbe essere la stagione della consacrazione per i Gunners.



ASTON VILLA

SQUADRA: I Villains sono reduci da una stagione in cui hanno cambiato allenatore passando dalla zona retrocessione con Paul Lambert allenatore a una salvezza tranquilla con annessa finale di FA Cup, poi persa per 4-0 contro l'Arsenal, sotto la direzione di Tim Sherwood.
La compagine di Birmingham deve però fare i conti con delle partenze pesantissime, infatti in un solo colpo hanno perso quattro pilastri come Benteke, Delph, Cissokho e Vlaar oltre a Weimann, sceso di divisone per contribuire alla causa del Derby County, tuttavia sono arrivati dei rinforzi di qualità come gli Under 21 francesi Veretout e Amavi, il gigantesco centravanti Gestede, due promesse come Jordan Ayew e Idrissa Gueye e l'ex Man City e Fiorentina Micah Richards.

KEY PLAYER: Jack Grealish - L'ala, classe '96, ha dimostrato di avere un talento fuori dal comune nella passata stagione, segnando anche il gol che ha eliminato il Liverpool dalla FA Cup, con la partenza di Benteke e Delph ora avrà un ruolo centrale nell'organico di Sherwood.

PIAZZAMENTO: Il principale obiettivo per i ragazzi di Sherwood resta una salvezza più o meno tranquilla ma che visto la cifra tecnica dell'organico non dovrebbe tardare ad arrivare.


BOURNEMOUTH

SQUADRA: Un autentico miracolo sportivo. Infatti, i Cherries hanno raggiunto la Premier League dopo che qualche anno fa si giocavano la permanenza in League 2 e quindi nella Football League.
La fortuna di questa squadra sono stati soprattutto i giovani talenti che hanno spinto la squadra alla vittoria della Championship e che quest'anno punteranno a farsi un nome pure nell'olimpo del calcio moderno. Ai Ritchie, Pugh e Wilson sono stati aggiunti giocatori di esperienza come Distin e Federici, giocatori già affermati in Inghilterra come il giovane Mings, Atsu e Gradel. La salvezza non sarà facile, ma i Cherries potrebbero farcela.

KEY PLAYER: Matt Ritchie - Ala destra dall'ottima incursione e dal gol facile (15 la stagione passata in Championship), ha l'occasione di stupire il mondo, facendo esplodere il talento già mostrato in Championship.

PIAZZAMENTO: La salvezza è l'obiettivo dei Cherries, sarà molto difficile raggiungerla, ma con un po' di fortuna ed applicazione, il Bournemouth dovrebbe passare una nuova stagione in Premier League il prossimo anno.


CHELSEA

SQUADRA: I campioni in carica del Chelsea hanno dominato la passata stagione imponendo il loro calcio tatticamente perfetto per tutto il campionato,
Josè Mourinho dovrà riuscire a ripetersi e per rendere il tutto più semplice ha puntato sull'ariete colombiano Radamel Falcao, reduce da una stagione terribile con il Manchester United e che ora deve riscattarsi. Una mossa molto astuta visti i ripetuti problemi fisici del titolare Diego Costa che, nonostante tutto, ha totalizzato ben 20 centri nell'ultima stagione dando un contributo fondamentale al titolo vinto dai Blues, non da meno sono stati i quattro della linea difensiva con un Ivanovic devastante in entrambe le fasi e Terry e Cahill che hanno garantito solidità e pure qualche gol mentre sulla sinistra il giovane Azpilicueta ha tolto il posto a Filipe Luis che è già stato rispedito all'Atletico Madrid. Centrocampo e attacco hanno dato prova del loro valore grazie alla gestione voluta dallo Special One: Fabregas ha dato qualità alla manovra facilitando il gioco dei quattro fenomeni davanti, con Hazard, MVP della passata stagione, che più di tutti ha spinto il trofeo a Stamford Bridge.

KEY PLAYER: Eden Hazard - MVP nella scorsa stagione, per l'esterno belga è arrivata la consacrazione anche ad alti livelli e ora, a 24 anni è atteso dalla sfida più difficile: la riconferma.

PIAZZAMENTO: I Blues sono attesi da una difficile difesa del titolo, le rivali (con le due Manchester in testa) si sono rinforzate e non renderanno la vita facile a Mou e compagnia.


CRYSTAL PALACE

SQUADRA: Analogamente all'Aston Villa, le Eagles hanno vissuto una stagione pre-cambio allenatore e post-cambio allenatore, piantato in asso in avvio di stagione da Tony Pulis, il Palace ha puntato su Neil Warnock per confermare la partecipazione alla massima serie, ma l'ex Sheffield United e Leeds ha deluso le aspettative e in gennaio è stato cacciato e sostituito da Alan Pardew, da qui la svolta, il club migliora incredibilmente le prestazioni e si classifica decimo alla fine della stagione mettendosi dietro addirittura l'Everton.
Il club del sud di Londra ha agito prepotentemente sul mercato, assicurandosi un centrocampista di livello top come Yohan Cabaye, due giovani attaccanti come Bamford e Wickham, la punta svincolata dal Wolverhampton Bakary Sako e il portiere ex QPR e Reading Alex McCarthy.

KEY PLAYER: Scott Dann - Uno dei migliori nella passata stagione, è un centrale molto forte fisicamente e di testa, ha segnato diversi gol e garantito prestazioni di livello, giocando probabilmente la miglior stagione della sua carriera.

PIAZZAMENTO: Il Palace è atteso da una stagione in cui dovrà raggiungere una salvezza tranquilla, cercando di eguagliare e, possibilmente, migliorare quanto fatto nel campionato appena concluso, puntando a chiudere nella parte sinistra della classifica anche in virtù dei colpi messi a segno sul mercato.


EVERTON

SQUADRA: I Toffeemen sono reduci da una stagione da dimenticare in cui erano partiti con l'obiettivo di riconfermare il quinto posto dell'annata precedente e in cui invece si sono trovati a chiudere nella parte bassa della classifica, chiudendo con un deludente undicesimo posto.
Il mercato non ha portato quasi nessun rinforzo, fatti salvi il canterano del Barça Gerard Deulofeu, tornato alla corte di Martinez dopo una deludente stagione a Sevilla, e lo svincolato dal Manchester United Tom Cleverley, rimasto abbastanza fermo anche in uscita, l'unica partenza è stata quella del 37enne Distin, ormai svincolato, passato al Bournemouth, da questo possiamo dedurre che Martinez punterà su un blocco già formato nelle ultime due stagioni la cui cifra tecnica è sicuramente superiore all'effettivo piazzamento finale dei Blues di Liverpool anche dato il potenziale di giovani come il trequartista Barkley, il centrale Stones (seguito anche dal Chelsea) e dallo stesso Deulofeu.

KEY PLAYER: Leighton Baines - Più di un terzino, il 30enne inglese continua a garantire grandi prestazioni in  entrambe le fasi e facendo del suo piede sinistro un'arma letale sia su azione che da fermo.

PIAZZAMENTO: Come detto, la squadra ha potenziale da quinto o sesto posto, che è anche l'obiettivo dei ragazzi di Martinez, a cui un'altra stagione così deludente potrebbe costare il posto.


LEICESTER CITY

SQUADRA: La stagione delle Foxes è stata senza dubbio da infarto per i tifosi che a gennaio hanno visto la squadra con un piede e mezzo nella fossa e con un allenatore, Nigel Pearson, che sembrava dovesse essere licenziato da un momento all'altro, salvo poi poter festeggiare un incredibile quattordicesimo posto.
Tuttavia questa insperata salvezza non ha permesso a Pearson di mantenere la sua panchina, ritrovandosi licenziato (si presume per degli scontri con il proprietario) e sostituito da una vecchia volpe come Claudio Ranieri, a cui la società ha già provveduto a portare rinforzi come l'ex-Atalanta e Parma Benalouane, il riscatto dallo Stoke del gigante tedesco Robert Huth, decisivo per la salvezza delle Foxes nella scorsa stagione e dell'attaccante giapponese Shinji Okazaki a fronte della sola cessione di Chris Wood al Leeds, in Championship.

KEY PLAYER: Wes Morgan - Il centrale della Jamaica ha dimostrato di essere un centrale da Premier nonostante inserito in un contesto che fino a metà stagione era disatroso, ha saputo risollevarsi e permettere alle Foxes di salvarsi.

PIAZZAMENTO: L'obiettivo dichiarato delle Foxes è senza dubbio la salvezza e Ranieri dovrà fare di tutto per far rendere al massimo la squadra e per permettermi di parlare di loro anche nella preview della prossima stagione di Premier.


LIVERPOOL

SQUADRA: Non è stata una grande stagione per la Liverpool calcistica, l'annata deludente dell'Everton fa il paio con quella del Liverpool, i Reds hanno chiuso al sesto posto dopo il convincente secondo posto della stagione precedente, è evidente che la partenza di un fuoriclasse come Suàrez abbia danneggiato il Liverpool, a cui gli infortuni hanno portato via Sturridge e l'inadeguatezza delle alternative offensive ha costretto Brendan Rodgers a puntare su una prima punta che tale non è come Sterling, che tra l'altro ha appena lasciato i Reds per accasarsi nella parte blu di Manchester.
Il Liverpool ha piazzato molti colpi a zero, tra cui la punta Danny Ings, il portiere Bogdan e l'esterno ex-Man City James Milner oltre agli onerosi acquisti di Roberto Firmino, Christian Benteke e Nathaniel Clyne e al rientro alla base del giovane Divock Origi perdendo però una bandiera storica come Steven Gerrard, passato ai LA Galaxy, in MLS, oltre al già citato Raheem Sterling, pagato ben 68 milioni di euro dal Manchester City e al terzino Glen Johnson che, terminato il contratto, è passato allo Stoke City.

KEY PLAYER: Jordan Henderson - Il centrocampista arrivato nello scetticismo generale nell'estate del 2011 ha smentito tutti mettendo in fila due stagioni sopra la media e prendendo il posto del partente Gerrard come capitano dei Reds.

PIAZZAMENTO: I Reds sono attesi da un miglioramento non tanto di piazzamento quanto di prestazioni, infatti il Liverpool ha espresso un gioco non sempre efficace e costellato da gravi errori difensivi, la loro zona è quella tra terzo e sesto posto.


MANCHESTER CITY

SQUADRA: Una stagione sotto le aspettative e chiusa con un secondo posto che rischiava di essere terzo, con il Chelsea mai impensierito realmente dal gruppo dell'ingegnere Manuél Pellegrini, la squadra non ha reso come avrebbe dovuto, complice un campionato non felice per due chiavi della squadra come Kompany e Yaya Tourè, che non hanno saputo ripetere quanto fatto nella passata stagione, la squadra si è aggrappata ad Agüero con il risultato che senza di lui, rimasto fuori dalla bagarre per due mesi di un infortunio ai legamenti, e al fuoriclasse spagnolo David Silva, che ha saputo dispensare giocate di qualità e occasioni per gli attaccanti.
La cosa che stupisce di più è la riconferma di Pellegrini, dato da tutti come prossimo al licenziamento invece non solo resterà sulla panchina ma sta puntando molti rinforzi, su tutti il giovane Sterling, strappato al Liverpool, Delph, arrivato dall'Aston Villa e il classe '97 Patrick Roberts, arrivato dal Fulham per 7 milioni di euro. E nonostante le cessioni di Rekik al Marsiglia, Jovetic all'Inter e Dzeko alla Roma la squadra mantiene un livello tecnico molto alto e ha tutte le capacità per lottare con il Chelsea per il titolo.

KEY PLAYER: Sergio Agüero - L'attaccante argentino è alla quarta stagione in Premier e nelle tre giocate finora è sempre stato decisivo in positivo come in negativo per i Citizens, garantendo sempre tantissimi gol (più di 70 solo in Premier) ma subendo spesso lunghi infortuni che danneggiano la squadra.

PIAZZAMENTO: I Citizens dovranno lottare per il titolo e hanno le qualità per ripetere quanto fatto due stagioni fa nonostante le avversarie siano tutte di altissimo livello e pronte a dare tutto per impedire agli Sky Blues di riportare il titolo a Manchester.


MANCHESTER UNITED

SQUADRA: Nell'ultima stagione i Red Devils non hanno brillato per continuità o per la qualità del loro gioco.
I ragazzi di Louis Van Gaal hanno chiuso al quarto posto migliorando di molto il rendimento della stagione precedente, tuttavia sono ben lontani dal poter impensierire i campioni in carica del Chelsea, nonostante una campagna acquisti volta a rinforzare la squadra per cercare di tornare a competere con i Blues, infatti LVG ha chiesto e ottenuto il giovane campione del PSV e della nazionale olandese Memphis Depay, il campione del mondo Bastian Schweinsteiger, il francese Morgan Schneiderlin del Southampton, l'ex portiere della Samp Romero e un italiano che dovrà tenere alto l'onore del nostro paese in terra d'oltremanica ossia Matteo Darmian, ex di Torino e Palermo. Di contro ci sono però due pesanti cessioni come quella di Di Maria al PSG e Van Persie al Fenerbahçe. Il manager olandese quest'anno dovrà dimostrare di essere l'uomo giusto per i Red Devils e migliorare prestazioni e risultati, l'esordio in casa con il Tottenham non è dei più semplici ma ci fornirà subito un dato sul livello della squadra.

KEY PLAYER: Wayne Rooney - Il capitano dei Red Devils dovrà ricominciare a vedere la porta più spesso, il suo carisma e la sua qualità sono assolutamente necessarie per il successo della missione della squadra di Van Gaal.

PIAZZAMENTO: L'obiettivo minimo del Manchester United dovrà essere la riconferma ad alti livelli e la conferma della partecipazione alla Champions League


NEWCASTLE UNITED

SQUADRA: I Magpies sono reduci da una stagione terribile, chiusasi con una salvezza ottenuta solo all'ultimo grazie a un gol di Jonàs Gutièrrez, appena rientrato dopo l'operazione per la rimozione del tumore al testicolo, al West Ham non riuscendo però a strappare un rinnovo di contratto, ritrovandosi scaricato dalla società di Mike Ashley. contro cui i tifosi sono ancora in aperta contestazione per via della carenza di investimenti fatti sulla squadra, tuttavia sembra che qualcosa abbia funzionato, infatti il Newcastle ha messo sotto contratto, per una spesa complessiva di 50 milioni, tre giovani fenomeni come Mbemba e Mitrovic dell'Anderlect e Georginio Wijnaldum del PSV a fronte solo di una cessione, ossia il riscatto, da parte dell'Inter, di Santon. Inoltre c'è stato un altro cambio di allenatore, infatti Steve McClaren prende il posto del manager ad interim John Carver, che a sua volta aveva sostituito Alan Pardew, passato al Crystal Palace.

KEY PLAYER: Moussa Sissoko - In una squadra disastrata pochi giocatori sono riusciti a mettersi in luce, uno di questi è il centrocampista francese, autore di prestazioni convincenti e molte volte decisive per la salvezza dei Magpies.

PIAZZAMENTO: L'obiettivo del Newcastle deve essere una salvezza e possibilmente un piazzamento a metà classifica anche data la portata degli investimenti fatti per rinforzare la squadra.


NORWICH CITY

SQUADRA: Dopo un solo anno di purgatorio, il Norwich City è risalito in Premier League tramite i playoff e punta a restare nella Premiership per molto tempo ancora, ma nonostante queste ambizioni il club non ha agito bene nel mercato come avrebbe dovuto per preparare una buona squadra in vista della prossima Premier League, anche se c'è da dire che la maggior parte della squadra che era già stata in Premier e che fu retrocessa solo dal calendario
(Liverpool, Man United, Chelsea e Arsenal nelle ultime quattro giornate) era rimasta in Championship. Nonostante ciò, i Canaries dovrebbero fare qualche acquisto prima della fine della campagna acquisti oppure la loro già difficile lotta per sopravvivere in Premier diventerà impossibile e sta volta non sarà colpa del calendario.

KEY PLAYER: Bradley Johnson - Anima e trascinatore della squadra dello scorso anno, è il giocatore di più classe del Norwich, con i dovuti paragoni, ricorda Pirlo, ma anche adattato sulla fascia fa un ottima figura.

PIAZZAMENTO: La salvezza sarà molto difficile, ma con un pizzico di fortuna e magari qualche acquisto prima della fine del mercato, il Norwich potrebbe centrare la salvezza.


SOUTHAMPTON

SQUADRA: I Saints vengono da una stagione strepitosa in cui si sono mantenuti nelle prime 4 per gran parte del campionato, salvo poi cedere a stanchezza e infortuni e chiudere al settimo posto centrando comunque una storia qualificazione in Europa League.
Il mercato non è stato gentile con la squadra di Koeman, che ha perso tre titolari come Alderweireld, Clyne e Schneiderlin, rimpiazzandoli però con giovani dal futuro assicurato come Caulker, Cedric e Clasie, aggiungendo a un organico di qualità anche due interessanti prospetti come l'attaccante Juanmi e il terzino Martina e un ottimo secondo portiere come l'ex Ajax Maarten Stekelenburg. Come al solito Ronald Koeman ha investito molto su giocatori giovani ma di alta qualità, lo stesso Clasie è visto da molti come uno dei migliori centrocampisti europei in prospettiva, affiancandoli a giocatori esperti come Steven Davis, Josè Fonte e Pellè, creando una squadra equilibrata e di qualità. Ora però i Saints sono attesi da un'altra stagione ad alto livello e dovranno faticare per mantenersi in scia con i top team della Premier.

KEY PLAYER: Dusan Tadic - Il fantasista serbo è stato uno dei migliori nella passata stagione, nonostante fosse la sua prima in Inghilterra, diventando il faro del gioco della squadra di Koeman mettendo a segno gol decisivi e fornendo giocate di qualità.

PIAZZAMENTO: Il settimo posto della passata stagione andava stretto ai Saints, che hanno dimostrato sul campo di poter valere più di quanto hanno effettivamente fatto, l'obiettivo per questa stagione è il ritorno in Europa League o magari anche qualcosa di più.


STOKE CITY

SQUADRA: A Stoke-on-Trent sono abituati a un gioco avaro di qualità e spettacolo, invece nell'ultima stagione Mark Hughes ha permesso ai Potters una salvezza tranquilla e un gioco di qualità superiore a quello espresso dai suoi predecessori.
L'arrivo di Mame Biram Diouf ha permesso di acquisire più velocità in avanti, mentre Bojan e Arnautovic hanno aggiunto qualità alla manovra offensiva dello Stoke che però ha dovuto fare a meno, per la parte finale della stagione, dello spagnolo a causa della rottura del crociato, trovandosi con un riferimento in avanti in meno e dovendo faticare di più. Ora però Bojan è pronto a tornare e insieme a lui sono arrivati un altro ex Barça come Afellay, la punta ormai ex Hannover Joselu e l'ex centrocampista del Milan Van Ginkel, che dovrà far sentire meno la mancanza di N'Zonzi, passato al Sevilla. In porta Begovic ha lasciato lo Stoke per andare a fare il secondo al Chelsea, quindi Hughes ha puntato sul giovane danese Haugaard e sul quasi 40enne Shay Given, in più a destra è arrivato dal Liverpool l'ex nazionale inglese Glen Johnson che aggiungerà esperienza a una squadra che vorrà salvarsi il prima possibile.

KEY PLAYER: Bojan Krkic - Prima del terribile infortunio rimediato in FA Cup, lo spagnolo ha disputato una delle sue migliori stagioni da quando ha lasciato la Cantera del Barcelona, dimostrandosi un giocatore di alto livello e in grado di spostare gli equilibri, probabilmente sarà lui la chiave di volta del gioco dello Stoke appena avrà recuperato totalmente la forma fisica.

PIAZZAMENTO: Lo Stoke è una squadra che punta come sempre a una salvezza tranquilla e a un posto nella zona centrale della classifica, con la rosa a disposizione il collettivo di Mark Hughes ha tutte le carte in regola per riuscirci.


SUNDERLAND

SQUADRA: Reduci da una stagione pessima come i rivali del Newcastle, i Black Cats hanno raggiunto la salvezza solo all'ultimo grazie all'intervento provvidenziale dell'olandese Dick Advocaat e dell'esperto attaccante ex Portsmouth e Tottenham Jermaine Defoe, decisivo coi suoi gol alla salvezza del Sunderland.
Il punto debole dei Black Cats è stata una difesa troppo facilmente perforata nella scorsa stagione è stata migliorata con gli inserimenti di Younes Kaboul dal Tottenham, Matthews dal Celtic e col riscatto di Coates dal Liverpool, a centrocampo è stato acquistato un centrocampista solido come Yann M'Vila e due colpi offensivi come l'ex PSV Jeremaine Lens e il riscatto di Ricky Alvarez dall'Inter. Ora il veterano Advocaat dovrà ripetersi e salvare di nuovo la squadra anche se i suoi predecessori, Di Canio e Poyet, dopo esserci riusciti da subentranti hanno chiuso in anticipo la loro seconda stagione finendo entrambi licenziati. Il futuro del Sunderland è incerto più che mai.

KEY PLAYER: Adam Johnson - L'esterno inglese è stato una delle poche poche note positive dell'ultima stagione del Sunderland, su di lui pende inoltre la spada di Damocle della giustizia inglese, Johnson è infatti ancora in attesa della sentenza riguardante l'occasione in cui ha avuto rapporti con una quindicenne, non si sa quindi se e quanto giocherà nella prossima stagione, ma qualitativamente resta uno dei migliori uomini dei Black Cats.

PIAZZAMENTO: Se c'è una squadra che rischia seriamente la retrocessione questa è il Sunderland, infatti la squadra del Tinyside ha un collettivo di livello abbastanza basso in cui spiccano poche individualità e nelle ultime due stagioni ha raggiunto la salvezza sempre all'ultimo e in maniera sempre molto fortunata, ci sarà una terza volta o i Black Cats giocheranno in Championship la prossima stagione?


SWANSEA CITY


SQUADRA: La squadra gallese viene da un record di punti in Premier League conseguito grazie a una stagione straordinaria sotto la guida di Garry Monk.
Con due bomber come Bony (ceduto a Gennaio al Man City) e Gomis a trasformare le occasioni create da un centrocampo di qualità in cui sono spiccati Sigurdsson e Shelvey, entrambi autori di una stagione perfetta come gioco e come gol segnati. Il mercato ha portato solo rinforzi di livello come la punta portoghese Eder, il terzino Tabanou e l'ala ghanese Andrè Ayew arrivato svincolato dall'Olympique Marsiglia.

KEY PLAYER: Gylfi Sigurdsson - L'islandese si è dimostrato il migliore della stagione dello Swansea, totalizzando un numero di gol e assist da vero top player, certamente sarà lui la chiave del gioco degli Swans anche nella prossima stagione.

PIAZZAMENTO: Dai gallesi è lecito attendersi un buon piazzamento nella parte alta della classifica e magari una possibile qualificazione in Europa League.



TOTTENHAM                

SQUADRA: I ragazzi di Mauricio Pochettino vengono da un quinto posto nell'ultima stagione e dalla finale di Capital One Cup persa contro i blues di José Mourinho.
In questa sessione di mercato il Tottenham ha investito soprattutto in difesa, puntando sui centrali Alderweireld dell'Atletico Madrid e Wimmer del Koln, oltre a Trippier, terzino destro molto positivo nell'ultima stagione al Burnley. In uscita ha detto addio a Capoue, passato al Watford, Chirivhes, ora al Napoli, Kaboul, andato a rinforzare le fila del Sunderland e Stambouli, approdato al PSG, riuscendo però a trattenere i due pilastri della squadra, ossia Eriksen e Kane.
                                                 
KEY PLAYER: Harry Kane - Nella passata stagione, l'attaccante inglese classe '93 Harry Kane è stato una delle sorprese della Premier, piazzandosi al secondo posto nella classifica marcatori con 21 gol e diventando  il beniamino del pubblico di White Hart Lane.

PIAZZAMENTO: Gli Spurs lottano per un piazzamento in Europa e, se possibile, in quella dei grandi, la Champions. Anche se è difficile, considerato il livello delle rivali, ci proveranno, ma con un Harry Kane come quello visto nell'ultima stagione questo potrebbe non essere solo un sogno.


WATFORD

SQUADRA: Dopo anni e anni di cocenti delusioni e traguardi mancati solamente all'ultimo istante, il Watford è riuscito, finalmente, a tornare in Premier League ed ora punta a rimanerci per anni e anni a venire e per riuscire nell'intento, la famiglia Pozzo ha investito pesantemente nel mercato per migliorare una squadra che già lo scorso anno non avrebbe sfigurato in un ipotetica partecipazione in Premier League.
Quindi sono stati comprati giocatori con buona esperienza (Britos, Holebas...) da unire con giocatori già affermati in Inghilterra e/o nel resto d'Europa (Behrami, Prödl, Capoue...), dietro a questi acquisti ambiziosi vi è una squadra già ben organizzata e che può ampiamente svolgere il compito di rimanere in Premier League, e perchè no, andare oltre alla semplice salvezza.

KEY PLAYER: Troy Deeney - Capitano e trascinatore del Watford nelle ultime stagioni, Deeney prova ora ad affermarsi sul grande palcoscenico della Premier League trascinando anche quest'anno gli Hornets in Premier.

PIAZZAMENTO: Una tranquilla salvezza sembra alla portata di questo Watford che potrebbe anche raggiungere il centro classifica se la squadra gioca come, sulla carta, dovrebbe giocare.


WEST BROMWICH ALBION

SQUADRA: I Baggies vengono da un convincente tredicesimo posto raggiunto dopo il cambio in panchina. Infatti il never-relegated-manager Tony Pulis ha preso a inizio anno il posto del licenziato Alan Irvine, portando il club fuori dalla zona retrocessione e salvandolo con largo anticipo.
Il manager gallese ha incentrato la difesa sull'esperto Joleon Lescott, trasformando il The Hawtorns in un fortino e puntando come suo solito sui calci piazzati. Il mercato ha portato rinforzi offensivi come Rondón, Gnabry e McClean e Rickie Lambert e difensivi come James Chester. In uscita i Baggies hanno perso un giocatore chiave come Mulumbu, riuscendo però a blindare Yacob con un nuovo contratto.

KEY PLAYER: Saido Berahino - L'attaccante inglese ha emulato le gesta del suo omologo Harry Kane, segnando 14 gol e rivelandosi decisivo nella salvezza del WBA, sta a lui ora riconfermarsi su buoni livelli.

PIAZZAMENTO: Tony Pulis si sa essere un manager imprevedibile, ma possiamo dire con certezza quasi assoluta che i Baggies riusciranno a salvarsi e a centrare un piazzamento di metà classifica.


WEST HAM UNITED

SQUADRA: La scorsa stagione per gli hammers si è conclusa con il 12esimo posto in campionato e la qualificazione ai preliminari di Europa League grazie al premio indetto dalla UEFA per il fair play.
La campagna acquisti estiva ha portato alla corte del nuovo manager Slaven Bilić diversi giocatori, su tutti spicca il nome di Dimitri Payet: esterno francese acquistato per 15 milioni di euro dall'Olympique Marseille, insieme a lui sono arrivati Ogbonna dalla Juventus, Obiang dalla Sampdoria e il classe '93 argentino ex River Plate Manuel Lanzini. Ma, come è di norma aspettarsi, quando si compra qualcuno bisogna fare cassa, infatti l'inglese Downing ha infatti deciso di tornare al suo Middlesbrough. Tuttavia il grave infortunio di Enner Valencia, che starà fuori dal campo di gioco per almeno 4 mesi, crea non pochi problemi al manager croato, che ora trova la strada in salita con un gruppo ancora da formare e l'Arsenal pronto per l'esordio in Premier.

KEY PLAYER: Dimitri Payet - L'esterno francese arriva da ottime stagioni tra Lille e OM. Specializzato in assist e giocate di qualità, sarà lui a dover risollevare una stagione iniziata male per gli Hammers.

PIAZZAMENTO: I giocatori con il potenziale ci sono e l'obiettivo della squadra sarà riconfermare quanto di buono fatto la scorsa stagione e centrare un piazzamento a metà c

Commenti

Post più popolari